Acquario senza filtro | Consigli utili

Acquario senza filtro Acquario senza filtro una solida realtà

L’acquario senza filtro, a differenza di quanto molti acquariofili possano credere, è non solo realizzabile, ma anche molto più appagante e tecnicamente impegnativo.

Il primo filtro è stato realizzato nel 1959, mentre il primo acquario stabile risale a ben 110 anni prima nel 1849, per mano di Robert Warington. Questo giusto per farvi capire che “il cuore dell’acquario” non è essenziale alla realizzazione di un acquario stabile.

Andiamo a vedere quali sono le differenze e come realizzare un acquario senza filtro

Acquario con filtro

Con l’installazione del filtro andiamo ad offrire un substrato ad alta porosità, ideale all’insediamento dei batteri nitrificatori(Nitrosomonas ecc..). Una volta insediatasi la colonia batterica trasforma l’azoto ammoniacale a nitrico, molto meno pericoloso e inquinante.

Successivamente i batteri si insediano anche in tutto il resto dell’acquario, foglie, fondale, decorazioni. Generalmente questo processo impiega diverso tempo a volte anche anni. Dipende dalle condizioni generali dell’ambiente, dai cambi d’acqua, dai prodotti utilizzati, dalla temperatura ecc…

Quando i batteri si sono insediati in tutta la vasca e le piante sono rigogliose e ormai adattate, la vasca viene detta matura.

Acquario senza filtro

Il filtro in acquario è sicuramente, come viene definito da molti, il  cuore della nitrificazione e della depurazione dell’acqua. Ma se guardiamo bene le varie fasi di maturazione di una vasca, scopriamo che una volta matura la rimozione del filtro non porta a dei grossi cambiamenti. Sopratutto il lavoro della flora batterica continua e non viene a mancare.

Quindi il filtro svolge una funzione di, passatemi il termine, accelerante per la colonizzazione batterica. In parole povere, la maturazione della vasca, avviene in tempi molto più lunghi ed è più fragile se non utilizziamo un filtro.

Consigli per l’allestimento di un acquario senza filtro

Per iniziare un esperienza di questo genere vi consiglio di partire prima con la soluzione più semplice, ovvero togliere il filtro da una vasca già matura. E di conseguenza iniziare a lavorarci e capire per bene come si comporta con una vasca di questo tipo. Una volta acquisita dell’esperienza in merito si può partire con una vasca senza filtro già dall’inizio.

Alcuni semplici consigli per chiunque volesse iniziare questa splendida esperienza:

  • Evitate di aspirare il fondo, li infatti risiede la maggior parte dei batteri in questo tipo di acquario

  • I cambi d’acqua vanno eseguiti solo quando strettamente necessario, cambiare spesso l’acqua va a cambiare le condizioni dell’acquario, oltre a rimuovere parte dei batteri

  • EVITARE IN ASSOLUTO prodotti antialghe, sono prodotti che attaccano la flora batterica, ed inoltre le alghe sono indicatori della maturazione della nostra vasca

  • Gli attivatori batterici non servono in una vasca senza filtro, vanno a combattere con i batteri che si sviluppano normalmente

Spero di esservi stato d’aiuto e se volete iniziare questa esperienza eccovi alcuni link per approfondimenti:

 

 

 

 

 

 

 

 

2 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Checkbox GDPR is required

*

I agree