Il cucciolo di cane e gatto in famiglia

Perché acquistare un cucciolo

Cuccioli di cane e gatto Diverse possono essere le motivazioni che ci portano ad acquistare un cucciolo, (purtroppo alcune volte sono sbagliate…..), inserire in famiglie un nuovo ospite va valutato con attenzione non pensando solo con superficialità agli aspetti divertenti ma a tutti i risvolti che un cucciolo di cane o gatto porta nel nucleo famigliare.

Soprattutto quando ci sono bambini un cucciolo, di cane o gatto, porta notevoli benefici in famiglia, il risvolto psicologico, l’ interazione, il gioco e lo scarico dello stress sono i principali benefici dell’introduzione di un cucciolo in casa. Dobbiamo sempre ricordarci che richiede cure, attenzioni e tempo, come se avessimo un figlio in più. Se non avete tempo da dedicargli non sarà mai gioioso e per cercare le vostre attenzioni causerà malanni o vi disturberà in continuazione, è quindi importante ricordarsi che la colpa non è sua ma del padrone che non gli dedica tempo e attenzioni. Non acquistate un cucciolo solo perché e bello e tenero, acquistatelo con consapevolezza e fornitegli attenzioni e amore e vedrete che lui farà altrettanto.

 

Cosa fare quando arriva un cucciolo

I primi giorni sono molto importanti per la salute dell’animale, stress da ambientamento, da “eccessive coccole” e cambio di abitudini e alimentazione possono causare seri problemi al cucciolo.

E’ opportuno ricordare che un cucciolo di pochi mesi ha scarse difese immunitarie  e flora intestinale in “costruzione”, la dissenteria nei primi giorni non è quindi infrequente, qualora si presentasse dobbiamo prontamente intervenire portando il cucciolo dal nostro veterinario di fiducia.

Per prevenire il problema è opportuno evitare il cambio di alimentazione e stressare al minimo il cucciolo lasciandolo riposare più ore durante il giorno.

Come educare un cucciolo a sporcare fuori

Una volta ambientato tutti vorrebbero insegnare al proprio cane o gatto come sporcare nel posto corretto, fuori, nella lettiera o nel tappetino assorbente quando non si ha un giardino a disposizione.

Con il gatto è abbastanza facile in quanto questo per istinto si reca nella lettiera di sabbia per nascondere le proprie feci (deriva dall’istinto primordiale che lo porta a nascondere le proprie tracce dai possibili predatori); Con il cane l’educazione è più complessa, possiamo iniziare con il telino assorbente per poi cercare di insegnare al cane a sporcare fuori, il meccanismo di azione del cane – reazione del padrone sono qui fondamentali per ottenere il risultato prefissato.

Premiare, con un biscotto o uno snack, il cane quando fa la cosa giusta e punirlo, sgridandolo o dandogli una leggera sberla, sono le linee guida che tutti dovrebbero seguire . Per insegnare al cane a sporcare fuori è opportuno recarsi in giardino subito dopo mangiato premiando e festeggiando l’evento con il proprio cucciolo.

 

Acquisti utili per il tuo cucciolo:

 

2 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Checkbox GDPR is required

*

I agree