Cryptocoryne | Informazioni e consigli utili

Cryptocoryne informazioni e consigli utiliLe Cryptocoryne e il loro habitat

Le cryptoryne sono originarie di specifiche zone del mondo, precisamente: Sri Lanka, Nuova Guinea, Asia Meridionale e sud-est Asiatico. Se dovessimo andare a cercarle in questi paesi il loro habitat nativo sarebbe quello dei fiumi, dei ruscelli e delle zone paludose soggette ad esondazioni.

Solitamente si trovano in zone ombrose o in penombra, ma se sottoposte a una luce continua e forte ( come in acquario) si possono adattare e cambiano la loro morfologia.

Morfologia e adattamento

Esistono molte esemplari di questa specie, gli ultimi dati ne danno circa 60.  Tutte quante sono composti da rizomi striscianti sul quale le foglie sono riposte a rosetta. Il rizoma cresce in maniera continua e può arrivare a coprire anche tutta la distanza della vasca, quindi non stupitevi se vedete una piantina spuntare all’improvviso.

Il rizoma è la parte ipogea della pianta(quella che sta sotto terra), mentre le foglie sono la parte epigea( quella al di fuori della terra). Per la loro coltivazione è importante predisporre un fondale ghiaioso/sabbioso, o in generale un substrato molto ossigenante, e al di sotto di questo delle pastiglie fertilizzanti a lento rilascio, o ancora meglio, del terriccio fertilizzante.

Marcescenza delle cryptocoryne

Per la loro morfologia, l’ apparato fogliare è poco adattabile e suscettibile a cambiamenti dei valori chimici o di temperatura dell’acqua. Alcune specie meno di altre, ma in generale tutte le Cryptocoryne possono andare incontro alla marcescenza(non è una malattia).

La marcescenza si riconosce facilmente in quanto si vedono le foglie che iniziano a marcire e a cadere completamente, lasciandola anche del tutto priva di apparato radicale.

Se succede alcuni giorni dopo che avete trapiantato la vostra piantina in acquario non preoccupatevi, il rapido cambio di habitat la porta a perdere tutte le foglie per poi ricrescere più forte di prima, e sopratutto adattata alle condizioni del vostro acquario.

Se invece la marcescenza compare in seguito al trapianto, a distanza anche di anni, non cercate di togliere o muovere la pianta, rimuovete le foglie in marcescenza, e lasciate che il rizoma si adatti alle nuove condizioni e ributti dei nuovi germogli.

Wendtii

Consigli Generali per la coltivazione

Le cryptocoryne, come già detto, non amano gli sbalzi di condizioni ambientali, quindi è fortemente consigliato cercare di tenere le condizioni all’interno del nostro acquario il più possibile stabili.

Impostiamo il nostro riscaldatore in modo da tenere il range di temperatura tra il 24 e i 28 gradi, controlliamo periodicamente i valori dell’acquario, effettuiamo cambi d’acqua in modo consapevole e se possibile utilizziamo acqua per osmosi inversa. Per le fertilizzazioni, in piccole dosi, e ad intervalli regolari di qualche giorno.

CO2

La CO2 per le cryptocoryne non è necessaria al loro completo sviluppo, riescono benissimo a crescere senza. Ma la CO2 in acquario, oltre a svolgere una funzione importantissima per le piante, abbassa il pH dell’acqua rendendola più idonea ai pesci e alle stesse alghe, prevenendo inoltre lo sviluppo di alghe.

Quindi non è strettamente necessaria per la loro coltivazione, ma fortemente consigliata in quanto stabilizza e aggiunge valore al vostro acquario.

Posizionamento dell cryptocoryne

Solitamente vengono utilizzate come piante da secondo piano, ma possono stare benissimo anche in primo piano, tutto sta nella specie che andiamo a scegliere. Vi consiglio quindi di informarvi per bene sulla specie che intendete coltivare ed aggiungere al vostro acquario al fine di massimizzarne le capacità di crescita.

Di seguito vi consiglio qualche sito per maggiori informazioni:

 

 

6 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Checkbox GDPR is required

*

I agree