Pesci tropicali e non | Quali sono i migliori in acquario

Pesci tropicali e non per un acquario d’acqua dolce

I pesci tropicali sono davvero splendidi e sanno ipnotizzare qualsiasi persona che si sofferma a guardare un acquario. Di specie ne esistono veramente moltissime, alcune più adatte rispetto ad altre alla vita in acquario. Cerchiamo di vedere assieme quali sono le specie più facili da gestire e quali le più idonee e soddisfacenti.

Scalari-Pterophyllum ScalarePesci tropicali

Gli scalari richiedono un po di attenzione e cura in più rispetto agli altri pesci tropicali, ma sono sicuramente molto affascinanti e hanno delle movenze davvero ipnotiche. Per le loro grandi pinne a vela, e per i loro movimenti mentre nuotano vengono chiamati anche pesci angelo.

Gli scalari appartengono ai Ciclidi e sono originari del bacino del Rio delle Amazzoni. Prediligono acque ferme e scure e sopratutto leggermente acide, ed ovviamente non fredde, 27/28°C sono l’ideale.  Sono pesci sociali e amano stare in compagnia dei loro simili, averne solo 2 o 3 significherebbe vederli la maggior parte del tempo nascosti nella vegetazione. Si consiglia quindi una vasca grande, almeno 150l, cosi da poterne avere almeno 2/3 coppie e lasciargli il giusto spazio per nuotare e crescere. Ricordatevi che sono pescivori, quindi occhio ad eventuali specie più piccole che andrete eventualmente ad inserire in acquario.

Pesci rossi-Carassius Auratus

Se volete un pesce resistente e che non abbia grosse necessità il pesce rosso è sicuramente l’ideale. Richiede pochissime cure ad attenzioni, non per nulla lo si vede spesso allevato, senza accessori tecnici particolari, in piccole vasche o bocce. Si adatta sicuramente ad ogni acquario, ma se gli si danno i giusti mezzi può arrivare anche a 30cm di lunghezza e può vivere tranquillamente 20 anni. Unica pecca del pesce rosso è che tende a mangiare le piante in maniera davvero vorace, sono poche le specie che non gli vanno a genio. Prima di allestire un acquario con piante e pesci rossi quindi, documentatevi bene su quali piante è opportuno inserire.

Guppy-Poecilia Reticulate

I guppy sono dei pesci tropicali provenienti dall’ America meridionale. Amano temperature intorno ai 24°C ma si adattano tranquillamente a temperature superiori. I Guppy hanno chiari segni di dimorfismo sessuale, ovvero si riescono a distinguere in maniera inequivocabile i maschi dalle femmine. I maschi infatti presentano solitamente dimensioni più contenute, colori molto vivaci e pinne grandi e fluenti, che servono per farsi notare dalle femmine. Un altra particolarità interessante è che i guppy maschi non fecondano le uova, ma sono provvisti di un organo eiaculatorio con il quale fecondano direttamente la femmina. In seguito la femmina alleva le uova nel suo addome e quando sono pronte si schiudono, e “partorisce” direttamente degli avannotti, quindi pesciolini già formati.

Se siete in cerca di una specie che si riproduca facilmente nel vostro acquario i guppy fanno sicuramente al caso vostro. Ricordatevi solamente di non introdurre specie aggressive, altrimenti gli avannotti verranno mangiati quasi sicuramente. O in caso estremo dovrete predisporre una nursery per allevare gli avannotti in tutta tranquillità.

Pesce Combattente-Betta Splendens

Questa particolare spece, come si deduce dal nome, è particolarmente aggressiva e territoriale. La convivenza con altre specie, almeno che non vivano nel fondo o siano nettamente più grandi e sviluppate è veramente difficile. Anche la convivenza di due maschi, almeno che non si predisponga una vasca molto grande, è sconsigliata. La soluzione ideale per i betta è una vasca non grandissima, 50/60l sono più che sufficienti,  in una conformazione da tre, un maschio e due femmine.  Sono carnivori quindi alimentarli di soli liofilizzati non è propriamente consigliato, si consiglia anche la somministrazione di surgelati.

Neon CaracideNeon-Paracheirodon Innesi

I neon sono pesci tropicali provenienti dal bacino amazzonico e appartengono ai caracidi. Sono caratterizzati da dimensioni contenute, anche da adulti infatti non superano i 4cm di lunghezza, e da una livrea blu, argentea e rossa. Prediligono acque acide, leggermente temperate, 24/27 °C è l’ideale, e scure. E’ importante fornire loro zone ombreggiate e zone luminose, quindi è sempre bene predisporre arredamenti quali legni, pietre e numerose piante. Vivono prevalentemente in banchi, quindi se volete allevarli per bene ricordatevi di inserirne almeno una decina per volta.

E’ possibile la convivenza con pesci più grandi, sopratutto quando i neon sono numerosi ed in grossi banchi. Da evitare assolutamente la convivenza con ciclidi di grosse dimensioni, i neon verrebbero utilizzati come mangime da questi ultimi.

 

 

Spero di avervi dato alcune notizie utili riguardo ai pesci tropicali, se siete interessati ad approfondimenti vi lascio alcuni link per cultura personale, grazie per la lettura.

11 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Checkbox GDPR is required

*

I agree